Risolvere il problema alla radice

L’umidità di risalita: il rimedio radicale!

umidità di risalita a branzi
Per poter risolvere con successo il problema dell’umidità di risalita è importante comprenderne le origini e conoscere le leggi che regolano il manifestarsi di questo spiacevole fenomeno.
Secondo la fisica il motivo per cui l’acqua risale dai capillari, attraverso la porosità dei materiali da costruzione, è che l’acqua è una sostanza liquida.
Tale fenomeno di risalita capillare si manifesta ogni qualvolta una sostanza liquida entra in contatto con un sostanza solida. Di fatto è una manifestazione della diversità presente nelle forze che agiscono sulle molecole, influenzandone il movimento, ed è basata sulle forze molecolari.
In altre parole dipende dalle forze di attrazione tra le molecole di acqua e le molecole solide del materiale da costruzione, che risulta esser maggiore delle forze che legano tra loro le singole molecole d’acqua.
Quasi ogni materiale da costruzione è poroso, e quando si trova in contatto con l’acqua, a causa della sua polarità, la sospinge verso l’alto, contrastando e vincendo la forza di gravità.
Nel fenomeno vengono coinvolti anche i sali presenti nel terreno e disciolti nell’acqua.
La presenza di questo tipo di umidità nelle murature di un edificio, impedisce ai muri di svolgere le loro funzioni di regolatori termici e d’umidità.

Un muro asciutto è un muro sano!

In pratica, in una superficie asciutta, il sistema capillare poroso, presente nei materiali da costruzione dei muri, permette al muro stesso di “respirare”. Di conseguenza, quando serve, il muro assorbe piccole quantità di umidità, per rilasciarle successivamente.
Lo strato superficiale del muro svolge il compito principale di assorbire temporaneamente l’umidità, per poi rilasciarla. Quindi maggiore è la quantità di pori aperti, presenti nel muro, maggiore sarà la capacità del muro di immagazzinare umidità.
Al contrario, se la superficie del muro è già umida, la parte interna del muro non sarà più in grado di assorbire l’umidità presente nell’ambiente. Un muro asciutto è dunque molto importante per avere un ambiente salubre e confortevole.

Mai più muri umidi in casa

Il dispositivo Aquapol, costituito da antenne riceventi ed antenne trasmittenti, funziona senza necessità di energia elettrica.
Le antenne riceventi, all’interno del dispositivo Aquapol, captano le onde terresti magneto-gravitazionali, che vengono polarizzate ed amplificate mediante un’altra energia, anch’essa a costo zero, definita energia libera, e poi ritrasmesse nell’ambiente, attraverso la presenza di altre antenne.
Le stesse onde sono responsabili del cambiamento di direzione delle molecole di acqua, presenti all’interno del muro, che si dirigono verso il basso, anziché proseguire verso l’alto.
Le energie utilizzate dal dispositivo Aquapol sono completamente innocue per gli esseri viventi, i quali in verità ne subiscono un effetto biologico benefico.
Il dispositivo ha un vasto raggio di azione, ed è in grado di deumidificare ambienti con metrature anche molto ampie (dai 70 fino a più di 1.000 mq a seconda del modello utilizzato), considerato il fatto che le mura interne dell’edificio vengono trapassate e non fermano le onde emesse dal dispositivo Aquapol.
Potremmo citare alcune delle principali caratteristiche che rendono unico il dispositivo Aquapol, dicendo che:

  • Non inquina,
  • E’ ecosostenibile,
  • Funziona a costo zero,
  • E’ di facile installazione,
  • E’ completamente silenzioso,
  • E’ costruito con componenti che non necessitano di interventi di manutenzione,
  • Non necessita la sostituzione di alcun pezzo,
  • E’ il dispositivo del suo genere con il maggior numero di installazioni al mondo,
  • E’ di beneficio per l’ottimizzazione del clima abitativo!!!

Tutti i muri che vengono a trovarsi all’interno del raggio di azione di Aquapol subiscono l’effetto dell’inversione di polarizzazione (direzione delle molecole d’acqua) e si deumidificano, rimanendo asciutti per sempre!
Aquapol rappresenta, senza alcun dubbio, la miglior soluzione per l’eliminazione definitiva dell’umidità di risalita.