Sopralluogo si’, sopralluogo no…..

 

Quando parliamo di sopralluogo, intendiamo il primo passo necessario per qualsiasi intervento di bonifica amianto. 
A volte capita, quando riceviamo telefonate di richiesta di preventivo, che il cliente ci chieda il costo dell’intervento via telefono, il così detto “prezzo al volo”, ma questa non è certo la prassi usuale e quella più sicura per sapere quanto costerà l’intervento. 
Quindi prenditi un momento, il nostro tecnico ha bisogno di tempo per fare tutte le valutazioni del caso.

Quindi una valutazione visiva è sempre necessaria da parte di un
tecnico, per poter prendere in considerazione tutti gli aspetti
dell’intervento da fare e preventivare l’intervento nel modo corretto. 


Inoltre il sopralluogo serve per avere la certezza o meno che sulla
copertura c’è effettivamente amianto, perchè i tetti costruiti a cavallo del 1992, anno in cui è stato vietato l’utilizzo dell’amianto, possono essere stati costruiti con il fibro cemento, che visivamente è molto simile all’amianto sia per colore che per forma, quindi, in casi di dubbi sull’origine del materiale, occorre prelevare un campione dal tetto e farlo analizzare in laboratorio. 

L’importanza che riveste il sopralluogo, specialmente quando l’intervento richiesto dal cliente è la bonifica con il sistema incapsulamento amianto, diventa poi fondamentale perche’ il tecnico
esegue anche la valutazione sullo stato di degrado del cemento amianto. A tal proposito ricordiamo che questo tipo di valutazione sullo stato di degrado delle lastre in eternit, deve essere obbligatoriamente fatta da un tecnico che ha conseguito l’abilitazione come Dirigente Amianto, che si ottiene dopo aver seguito un corso specifico. 

Quando il tecnico esegue un sopralluogo, lo scopo principale è quello di valutare insieme al cliente il tipo di copertura più idoneo, e che risponde meglio alle sue esigenze. Questo vale sopratutto negli interventi di rimozione dell’amianto e rifacimento della copertura, poichè sul mercato sono commercializzati vari tipi di pannelli sia per forma e colore, sia a livello prestazionale.
Per esempio se il cliente ci chiede un rifacimento di tetto con pannelli a risparmio energetico, in tal caso dobbiamo mettere a preventivo un certo tipo di pannello con determinate caratteristiche. Differente il caso in cui il cliente abbia la necessità di ricoprire un magazzino o un deposito. 

Altra caratteristica fondamentale che riveste il sopralluogo, e che spesso viene considerata non utile o necessaria, è la valutazione del contesto urbanistico nel quale si trova lo stabile oggetto dell’intervento, ma non solo; anche la forma del fabbricato, la sua altezza, la presenza o meno di controsoffitti o solai (struttura portante o non portante), tutti dati che ciservono per valutare i sistemi di sicurezza da adottare, per eseguire l’intervento in quota. 

E’ sempre importante che nel preventivo sia riportato il costo della sicurezza e le misure da adottare durante l’intervento specifico, per evitare spiacevoli incidenti durante il cantiere. 

Fatto questo e raccolto tutti i dati sull’opera da eseguire, si presenta al cliente il preventivo con la soluzione migliore per la sua situazione.

Come vedi anche un sopralluogo, che a volte viene considerato poco importante, nel nostro settore, ha la sua notevole importanza.

Inteco Srl